Share / Condividi

5 modi per scegliere un weekend relax e tornare rigeneratiCome vivere un weekend relax meraviglioso e sceglierlo con consapevolezza tra migliaia di offerte ed app per portare a casa un nuovo equilibrio interiore

Quando si parla di viaggi o più semplicemente di un weekend relax ci troviamo improvvisamente bombardati da offerte speciali, app che ci confrontano migliaia di alberghi, app che ci confrontano centinaia di voli, agenzie che ci stendono il tappetino rosso e last minute dei last minute. Che delirio!! In genere preferisco organizzare un weekend in tutta libertà ed

autonomia con qualche piccolo trucco e vi spiego il perchè.

1) Come scegliere la destinazione per il nostro weekend relax

Parto subito con il “vada retro” volantino e offerta super meravigliosa per un weekend relax alla discarica di “Valle Incantata”. Cosa c’è che non va nelle offerte preconfezionate? Sostanzialmente nulla ma non saranno mai i luoghi più adatti a noi. Per scegliere un vero weekend relax dobbiamo lasciarci ispirare dalle nostre sensazioni, chiudere un momento gli occhi e assaporare quell’emozione che ci viene spontanea dal cuore. Non esiste un luogo perfetto ma esiste un luogo ideale. Dobbiamo assecondare le nostre esigenze del momento. Va bene anche un due giorni nel giardino di casa nostra, l’importante è che ci faccia stare bene. In pratica non occorre andare a tutti i costi nei posti più blasonati, di tendenza o semplicemente perchè descritti in un volantino.

2) Controllare le app solo per trovare ma non per prenotare

Dopo aver capito qual è la destinazione ideale per noi passiamo alla scelta del nido. Ci sono molti modi per trovare un albergo in cui trascorrere le notti del nostro weekend relax: di solito “consulto” qualche sito di comparazione o uso google maps perchè ricco di foto amatoriali reali. Ho scritto consulto tra virgolette perchè una volta identificato l’albergo ideale bisogna non prenotare dall’app o dal sito di comparazione ma cercare il sito ufficiale dell’albergo. Noterete che il prezzo per notte sarà sempre più basso se prenoterete direttamente in albergo, si eviteranno le commissioni a terzi!

3) Tassativo: pranzo e cena fuori dall’abergo

Non è una questione di prezzo (mezza pensione etc) ma una questione di gusto e di nuove esperienze oltre che di libertà. Ogni destinazione ha decine di ristoranti tipici o dai sapori particolari, non fermatevi al primo ristorante col cartellone offerta speciale. Pianificate già da casa quali saranno le vostre mete alimentari con tripadvisor, the fork o google maps e fatevi una piccola lista, alla fine saranno solo due pranzi e una cena. La cosa bella è che ad ogni pasto godrete di un mini viaggio nel viaggio sia per raggiungere il ristorante sia per la storia che si creerà in quell’occasione, per non parlare del cibo stesso.

4) Cosa fare durante il weekend relax

La meta scelta vi darà sicuramente la bussola per orientarvi. Non è detto che ci debba essere un movimento reale sul posto, ad esempio provate a leggere una delle nostre esperienze dirette di viaggio, sicuramente troverete qualche spunto utile. Cosa fare sul posto dipenderà sempre dal punto 1 di questo articolo. Non occorre fare nulla di speciale ma occorre fare quello che ci farà stare meglio. Regola importantissima: non stressarsi in una due giorni ambiziosa, non andrete ad una maratona ma ad una passeggiata…sempre che la maratona non sia la vostra vacanza ideale!

A proposito e il souvenir?

Una cosa molto carina è portarsi a casa un ricordo, anche banale, del luogo. Può essere un formaggio, una bottiglia di vino o un oggetto. Quasi sempre nei supermercati c’è una zona con i prodotti tipici ad ogni reparto. Noi a distanza di mesi stiamo sorseggiando uno splendido liquore ai mirtilli e con lui riassaporiamo il gusto della vacanza.

5) Il viaggio di andata e quello di ritorno sono una vacanza nella vacanza

Un weekend relax è già di per sè corto e allora perchè non sfruttare le mille occasioni che il viaggio stesso ci offre? Spesso noi di mybarr pianifichiamo percorsi o piccole soste in quei luoghi o ristoranti che non faranno parte della meta ma che comunque andranno attraversati lungo il viaggio. Pensate che per il nostro viaggio in Trentino ci siamo portati dietro il karaoke portatile e abbiamo cantato a squarciagola lungo tutta l’autostrada!

Buon viaggio

Ricapitolando, non importa dove andrete, cosa farete e cosa mangerete, l’importante è vivere l’esperienza assecondando le proprie esigenze. Il viaggio inizia dentro noi stessi!


Share / Condividi

Rispondi