Share / Condividi

idromassaggiatore piedi, la prova di mybarr per il massaggio plantare con le bolleIdromassaggiatore piedi, che cos’è, a cosa serve, come si usa, adatto a tutta la famiglia per il massaggio plantare aiuta a rilassare piedi, caviglie, gambe ed anche la mente

Vi ricordate l’articolo sulla lampada di sale che abbiamo in redazione e i suoi benefici sull’umore? Oggi vi parlerò di un accessorio un po’ più pratico, semplice da usare e di facile manutenzione. Quante volte torniamo a casa con i piedi a pezzi? Scarpe troppo strette, tacchi troppo alti, camminata troppo

lunga, e chi più ne ha più ne metta. Ovviamente non è necessario avere mal di piedi per godersi un fantastico idromassaggiatore piedi! Sto parlando di un massaggio plantare rilassante fatto con acqua e bolle e a volte qualche piccolo plus! Molto semplice no?

Che cos’è un idromassaggiatore plantare o idromassaggiatore piedi?

Possiamo riassumere in una sola parola: pediluvio. L’idromassaggiatore piedi è una  bacinella moderna, compatta, con un motore elettrico con varie funzioni, principalmente pompa aria nell’acqua ed ha una cover antischizzi. Ecco la foto dell’idromassaggaitore piedi che mybarr ha testato per l’occasione che poi è lo stesso della foto di copertina su cui mi sono divertito a mettere gli effetti speciali:

Quali sono le caratteristiche principali di un idromassaggiatore piedi?

La caratteristica fondamentale è ovviamente quella di produrre bolle per l’effetto idromassaggio ma quasi tutti i modelli hanno altre caratteristiche aggiuntive come:

  • mantenimento della temperatura dell’acqua
  • riscaldamento dell’acqua
  • vibrazione
  • ionizzazione
  • raggi infrarossi
  • massaggio shiatsu

Tra gli accessori troviamo quasi sempre i rulli per la riflessologia, sono dei rulli dentati da applicare nella seduta dei piedi su cui muovere le piante dei piedi per un massaggio più approfondito.

Noi di mybarr per l’occasione abbiamo acquistato l’Ecomed 23100  by Medisana, di produzione tedesca, che ha quasi tutte le caratteristiche elencate sopra tranne i raggi infrarossi e lo ionizzatore (per gli ioni abbiamo la lampada di sale) ad un prezzo scontatissimo di 27,98 €. Niente male! Può contenere piedi sino al 46 di numero, e il mio 45 ci sta dentro alla grande. Tra qualche paragrafo vi parlerò di come ci siamo trovati, intanto ecco il badge per poter acquistare l’Ecomed 23100 o semplicemente per leggere qualche dettaglio in più:

A cosa serve principalmente un idromassaggiatore plantare?

Massaggiare i piedi apporta benefici a tutto il corpo, la tradizione orientale ne è conscia da millenni. Un idromassaggaitore piedi può in linea di massima:

  • sgonfiare i piedi
  • portare sollievo alle gambe
  • eliminare lo stress
  • eliminare l’ansia
  • attivare la circolazione sanguigna
  • prevenire disturbi vari grazie alla riflessologia
  • rilassare la mente e il corpo in generale
  • creare un momento divertente da condividere in famiglia e con i figli (età minima superiore ai 3 anni)

Quanto costa un idromassaggiatore piedi?

Come per tutte le cose c’è prezzo e prezzo ma per un buon idromassaggiatore plantare non c’è bisogno di spendere una fortuna, noi non abbiamo superato i 30€. I prezzi possono variare per le funzioni incluse, per la marca e per il design. Ad ogni modo abbiamo un range di prezzo che va dalle poche decine di euro a oltre un centinaio quindi 25€-150€ indicativamente.

Vi mostro alcuni modelli classici di marca e non in questo carosello:

Se volete gli effetti speciali ci sono anche i modelli che fanno agopuntura, terapia magnetica, vapore e qualcuno ha anche il telecomando. Chissà se esiste un modello che fa il caffè! Ecco il carosello:

Come si usa un idromassaggiatore plantare?

La procedura base è semplice: si riempie il massaggiatore con acqua, si attacca la spina alla corrente e si accende, poi immergiamo i piedi! Semplice vero? Ma veniamo ai dettagli e ai consigli utili:

  • utilizzare acqua calda o fredda (in aggiunta anche ghiaccio) in base al tipo di massaggio che desideriamo applicare, ad esempio sgonfiare i piedi, attivare la circolazione, rilassare i muscoli.
  • utilizzare sali da bagno per un beneficio più intenso, ad esempio i sali Kneipp all’arancia sono molto apprezzati. Attenzione: leggere sempre le istruzioni riportate sul vostro idromassaggio piedi, a volte non sono consigliati per una corretta manutenzione della vasca. Noi di mybarr abbiamo esagerato: potevamo non usare qualche frammento delle bombe da bagno lush?
  • Mai stare in piedi sull’idromassaggiatore plantare: la struttura non è fatta per reggere il peso del corpo e poi si potrebbe scivolare
  • aggiungere dell’olio essenziale all’acqua farà entrare in un’altra dimensione, chiudere gli occhi durante il trattamento per un relax più profondo

La nostra esperienza con l’idromassaggiatore plantare

Mybarr non poteva sottrarsi al richiamo di un idromassaggiatore piedi, spesso tra appuntamenti, tempi stretti di pubblicazione, creazione delle immagini di copertina, planner fittissimi e pasti veloci ci troviamo con il labbro superiore che ci balla dallo stress. Ci siamo così concessi questo piccolo regalo, sia per noi che per nostra figlia.

Lei

La prima a provare l’idromassaggaitore è stata Chiara: non poteva resistere alla tentazione di colorare e profumare l’acqua con alcuni prodotti di Lush dopo aver terminato i due giorni di corso per insegnanti yoga. Ha posizionato un tappetino davanti al divano e ci ha posato sopra la vasca, poi ha dato il via al caleidoscopio! Per l’esperienza ha utilizzato acqua calda e la modalità solo bolle. L’espressione sul suo viso diceva tutto, si è abbandonata sullo schienale del divano tra i profumi inebrianti di Lush. Muscoli finalmente rilassati e piedi rivitalizzati.

La piccola

Per nostra figlia è bastata la modalità solo bolle, non stava nella pelle mentre aspettava che preparassimo l’idromassaggio. Hanno fatto il tuffo i suoi piedi e quelli della sua barbie. Ci siamo divertiti tantissimo in un momento familiare di gioco e relax.

Lui

Io da buon tecnico ho dovuto provare tutte le funzioni contemporaneamente. Ho esagerato con l’acqua calda, bruciava, così ho dovuto attendere un po’ prima di potermi immergere nel relax. Ho attivato poi mantenimento del calore, bolle e vibrazioni: WOW! Non si può spiegare. Conosco la sensazione dell’idromassaggio, spesso ci ritagliamo qualche weekend relax nelle spa e posso confermare che un semplice idromassaggiatore casalingo è davvero efficace considerando anche il prezzo.

Avete mai provato un idromassaggiatore piedi? Cosa ne pensate? Sarà il vostro prossimo acquisto relax?


Share / Condividi

2 thoughts on “Idromassaggiatore piedi: il massaggio plantare casalingo

  1. Io spenderei il meno possibile, cioè le cose base… Tanto poi alla fine c’è bisogno di una cosa pratica che usi ogni tanto… Bell’articolo, grazie e buona giornata.

  2. Ciao Assunta, è la scelta che abbiamo fatto noi di mybarr, considerando però la qualità costruttiva tedesca!! Da non sottovalutare. Buona giornata a te

Rispondi